L’arte di Francesco Vezzoli

Francesco Vezzoli (n. Brescia 1971) vive e lavora tra Milano e New York.

Il suo principale mezzo espressivo è costituito dai video, che spesso hanno come protagonisti icone pop o star televisive. Vezzoli effettua una sorta di rimeditazione e di rielaborazione dell’effimero mediatico senza rinunciare a citazioni dal cinema colto, riproponendo, talvolta, volti di attori e attrici ormai quasi dimenticati.

Isa Stoppi, Coppola E Toppo (Omaggio A GianPaolo Barbieri), 2003
Stampa laser su tela con ricamo metallico
Courtesy l'artista

Tua (Portrait of Dolly Parton after Palma il Vecchio and Ambrosius Bosschaert), 2010
Inkjet print on canvas, metallic embroidery, makeup, needle, artist’s frame
Courtesy Prada Collection, Milan

Ha partecipato alla Biennale di Venezia in diverse occasioni: la prima volta nel 2001, poi nel 2005, con un video dal titolo Trailer for a remake of Gore Vidal’s Caligula, rivisitazione del film Io Caligola di Tinto Brass, nel quale compaiono, tra gli altri, Benicio Del Toro e Adriana Asti e, ancora nel 2007, con un video nel quale Sharon Stone e Bernard-Henri Lévy si contendono la presidenza degli Stati Uniti. Ha inoltre partecipato alla 26a Biennale di San Paolo nel 2004 e la Whitney Biennial nel 2006.

Una sorta di rimeditazione e di rielaborazione dell’effimero mediatico senza rinunciare a citazioni dal cinema colto.

Disco Pompidou (Catherine Deneuve), 2018
Inkjet print con canvas, metallic embroidery, paper
Courtesy l'artista

Vezzoli ha esposto nei più importanti spazi nazionali e internazionali: il New Museum of Contemporary Art di New York (2002), il Castello di Rivoli (2002), la Fondazione Prada di Milano (2004; 2005), la Tate Modern di Londra (2006), il Solomon R. Guggenheim Museum di New York (2007), la Kunsthalle di Vienna (2009), il Museum of Contemporary art di Los Angeles (2009), il Moderna Museet di Stoccolma (2009-10) e il Garage CCC, Mosca (2010).

Minima Idea (Muso Dell’antichità), 2014
Busto Romano in marmo (circa I-II sec.dC), testa in bronzo

Nel 2013 è stato protagonista di tre personali al MAXXI di Roma, al MoMA PS1 di New York e al MOCA di Los Angeles con il progetto The Trinity, un'ampia retrospettiva articolata in tre momenti: una riflessione sul rapporto tra artista e museo, un focus sul cinema e l'impresa, naufragata, di ricostruire una piccola chiesa del sud Italia nel museo newyorkese.

Nel 2017 ha presentato alla Fondazione Prada di Milano TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai che ripercorre la ricca produzione televisiva degli anni Settanta.

Opera in apertura: The Eternal Kiss, 2015
Roman heads: woman circa 117-138 A.D., man circa 2nd century A.D.
Restored with white Carrara marble, painted with watercolour,
mounted on a black African marble plinth.
Courtesy Almine Rech Gallery