L’arte di Maurizio Nannucci

Maurizio Nannucci (n. Firenze, 1939) vive e lavora a Firenze, dove nella prima metà degli anni Sessanta indaga le relazioni tra arte, linguaggio e immagine, creando i “Dattilogrammi”.  Si interessa inoltre alla poesia visuale e collabora con lo Studio di Fonologia Musicale di Firenze (S 2F M) alla produzione di musica elettronica sperimentale.

Something happened, 2009
Villa Medicea La Magia Quarrata
Courtesy l'artista

Nel 1967, in occasione della sua personale al Centro Arte Viva di Trieste, espone i primi testi realizzati con lampade al neon.
Le frasi al neon di Nannucci, sintetiche ed evocative, affrontano il tema della percezione visiva, i suoi limiti e le sue possibilità di comprensione del mondo.

More Than Meets The Eye, 2015
Roma
Courtesy l'artista

Nel 1968 Nannucci fonda a Firenze la casa editrice Exempla e la Zona Archives Edizioni, che pubblicano le opere in edizione di numerosi artisti internazionali.

Going from nowhere, 2009
Toulouse
Courtesy l'artista

Nel corso degli anni Novanta realizza diverse installazioni ambientali collaborando, tra gli altri, con Mario Botta, Massimiliano Fuksas e Renzo Piano. Queste collaborazioni nascono da un interesse per lo spazio architettonico sviluppato da Nannucci sin dagli esordi.

Le frasi al neon di Nannucci, sintetiche ed evocative, affrontano il tema della percezione visiva, i suoi limiti e le sue possibilità di comprensione del mondo.

Changing Place, 2003
Peggy Guggenheim Collection, Venezia
Courtesy l'artista

Nannucci ha partecipato alla Biennale di Venezia, a Documenta, Kassel, e alle Biennali di San Paolo, Sydney, Istanbul e Valencia. Le sue opere sono presenti nelle collezioni dei più grandi musei al mondo, tra cui il Museum of Modern Art di New York, lo Stedelijk Museum di Amsterdam, il Centre Pompidou di Parigi e il Paul Getty Art Center di Los Angeles.
Tra le sue recenti mostre personali, Top Hundred al Museo Marino Marini di Firenze (2016), Maurizio Nannucci. Where to Start From al MAXXI di Roma (2015) e Maurizio Nannucci. Similarities & Differences, Hofstatter Projekte, Vienna (2014-15).

Opera in apertura: There is another way of looking
St Etienne
Courtesy l'artista